Pagine

giovedì 11 giugno 2009

Pizza

IMG_3059

Pizza!
Qui in America noi italiani siamo ammirati per il buon cibo, i tentativi di riprodurre i nostri sapori sono infiniti. Tanti sono i ristoranti nella Little Italy di Boston che vantano origini italiane, ma pochissimi quelli che effettivamente presentano un menu` realmente italiano. Io e il mio boyfriend ci divertiamo a commentare i menu`:
Chicken parmigiana????? Pollo al parmigiano?
FettucinI. Forse la I sta perche` sono molte?
Ho tantissimi esempi che vi farebbero sorridere, ma torniamo alla cara Pizza, avete mai sentito parlare di Broccoli and Meatball (polpette)?? "Scusi mi ci mette su un po` di broccoli e quattro polpete al sugo?"
Chicken Pesto? Combinazioni da brivido eh?
Per non parlare della pizza in se, bella grossa, proprio come piace a noi Italiani?
La pizza percio` la preparo a casa e armata di impastatore e pizza stone abbiamo la quattro stagioni , bismark, canadese, prosciutto e funghi e rucola e parmigiano insomma le piu` italiane le trovate a casa mia. Proprio la scorsa settimana facevo vedere ad un amica quanto sia semplice preparare la pasta in casa, anche se non si ha il Bimby o il classico Kitchenaid. Avevo promesso di spedirle la ricetta. Ecco qui:
Per 500 gr di farina (io di solito divido 250 gr di farina all porpouse, e 250 gr di farina per pane)
1 cucchiaino di lievito
1 cucchiaino di zucchero
2 cucchiai di olio evo
2 cucchiaini di sale
acqua quanto basta
Disciogliere il lievito in un bicchiere d'acqua tiepida con l'aggiunta dello zucchero. Lasciare risvegliare il lievito per 10 minuti circa.
Mischiare la farina con il sale e aggiungere anche l'olio (il sale uccide il lievito percio` evitare il contatto diretto). Versare il lievito e mischiare. Aggiungere l'acqua e impastare fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico. La quantita` d'acqua richiesta dipendera` dal tipo di farina usato.
Lasciare lievitare per almeno due ore (deve triplicare di volume) in un ambiente temperato.
La pasta puo` essere anche conservata in frigorifero e usata il giorno seguente.
Tornando alle piccole pizzette nella foto:
una volta che la pasta sara` lievitata dividere in due palline di uguale dimensione, stendere ognuna su una spianatoia dandogli una forma rettangolare.
Condire una sfoglia con pasta di pomodoro, origano, acciughe e capperi; la seconda con pate` di olive e un paio di fete di prosciutto cotto. Arrotolare la sfoglia su se stessa. Tagliare il rotolo con un coltello ben affilato e disporre le pizzette su un foglio di carta da forno, spennellare con olio e infornare.

IMG_3058

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Vi assicuro che sono buonissime, ne ho mangiate veramnete tante!!!

Ilaria ha detto...

Anonimo non tanto ehehheh..ahahhaahha...:P

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Anche qui in Germania ogni tanto si trovano delle pizze allucinanti. Quella che amano molto i tedeschi, mentre a me fa rabbrividire è la pizza Hawaii, con prosciutto cotto e ananas. Una cosa orripilante.
Queste girelle di pizza sono davvero sfiziose, adatte ad un buffet o picnic.
Ciao
Alex

anna ha detto...

Bello il tuo blog!
L'ho trovato grazie alla mappa delle Cuoiche dell'altro mondo.
Anche qui ci sono di piatti pseudo italiani, per esempio: spaghetti con nori e natto (^-^)
Carine le pizze a girandola!