Pagine

lunedì 20 ottobre 2008

La frittata di pasta

Oggi e` una giornata piovosa e scura, per fortuna non abbiamo ancora raggiunto le famosissime temperature bostoniane, ma penso ci arriveremo a breve. La foto risale infatti a quest'estate, il davanzale della finestra della cucina nel vecchio appartamento riceveva il sole per gran parte del pomeriggio. Qui, nella nostra nuova casetta non ho ancora identificato il posticino migliore per immortalare le mie creazioni. A dire la verita` sommersa dalle scatole da svuotare e le cose da sistemare non ho ancora cucinato niente di particolare.

Detto cio`, con immagine di repertorio: Frittata di pasta.
Iniziate a chiedervi se sono cresciuta a frittate? Dopo quella di riso non poteva non mancare quella di pasta!

Ingredienti (aggiungerei il circa.. visto che non e` facile programmare gli avanzi):
250 grammi di pasta a vostra scelta
ragu`quanto basta per condire la pasta
2 cucchiai di parmiggiano gratuggiato o altro formaggio a vostra scelta
1 tazza di dolce sardo, o qualsiasi altro formaggio fresco filante
4 o 5 uova
4 cucchiai di pan grattato
mezzo cucchiaino di sale
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva.

Condire la pasta con il ragu`e il parmiggiano e lasciare raffreddare prima di aggiungere il resto degli ingredienti.
Aggiungere le uova il sale e due cucchiai di pan grattato. Mischiate il tutto. Scaldate una padella antiaderente (20 cm di diametro) unta e spolverata di pan grattato e versate la meta`della pasta, aggiungere al centro il formaggio filante e coprire con il resto della pasta. Lasciare cuocere per circa 20 minuti a fuoco lento. Una volta che la frittata si sara` solidificata potrete girarla, spolverando ancora la padella di pan grattato. Lasciare cuocere per altri 10 minuti e servire.

8 commenti:

Imma ha detto...

Buona la frittata di pasta!!! Per me ricordo legato alle pasquette o alle gite al mare!!! ma ogni tanto faccio uno strappo alla regola della non frittura e mi faccio una bella fettona di frittata!!

Ilaria ha detto...

Si, le scampagnate..e` vero!!!Ricordi di bambina. Si andava tutti in campagna con zii e nonni!

Aiuolik ha detto...

Mai provata la frittata di pasta...aspetto la prossima scampagnata :-)

Ilaria ha detto...

Ciao Aiuolik,
Tutto bene dalle tue parti? Ho visto le foto di molti dei miei amici che abitano nella zona di Poggio dei Pini. Che tristezza!!!!

koala ha detto...

Provero' la tua frittta visto che la mia unica volta non era tanto buona....
La zona di Capoterra e' ancora coperta dal fango, intanto continua a piovere. Che tristezza che nel 2008 ci siano ancora questi disastri con interventi mal coordinati e 5 morti.
Sai che siamo stati nello stesso ristorante messicano? Anche noi adoriamo Sananton, come la chiama mio marito, che da buon texano si commuove all'Alamo.

Ilaria ha detto...

Ciao Giuliana,
non sapevo che tuo marito fosse Texano. Con il mio boy ci siamo seduti tre volte nel giardinetto dell'Alamo ad ascoltare il passato, ogni guida dava il proprio carattere alla storia.
Il ristorante, troppo carino! E si mangiava veramente bene, ho immortalato i tavoli, con tutte le mattonelline colorate, ne vorrei tanto uno per il mio deck.

comidademama ha detto...

che bella la frittata di pasta!
Ilaria, non credo sia possibile uscire di casa, prender la T e vederci a Porter Square. Spero che il trasloco e la sua fatica siano esauriti. Ti abbraccio forte e sappi che mi sono venuti i lucciconi quando ho visto a Trento uno stand dell'Ogliastra. Ho fatto razzia di pane guittau, salami e formaggio duro, tutto ottimo!!!! E vi ho pensati. Giovedì ti ripenserò perchè faccio pardulas

Francesca ha detto...

questa frittata era un must dell'estate durante la mia infanzia, mi piace tantissimo :-P

Francesca