Pagine

domenica 23 novembre 2008

Una domenica a casa



Questi mi ricordano casa. Mi ricordano le domeniche invernali passate con mia mamma a preparare la pasta fresca. Quando poi ci si sedeva a tavola, io e mio fratello eravamo sempre i fortunati che iniziavano per primi, volevamo i nostri ravioli senza contaminazioni del pecorino, che mia mamma spargeva abbondantemente insieme al ragu`!!! Non avevamo ancora capito niente.. ehehhehe!!! Mi ricordo leggende di zie che riuscissero a preparare piu` di cinquecento ravioli in poche ore. Al pranzo di Natale c'era lo scambio di domande:"tu quanti ne hai fatto questa volta?"..."no, no io di piu`, testimone mio marito!". Io e mamma siamo sempre state molto modeste, non abbiamo mai raggiunto le grandi cifre in una volta sola. Questa volta ne ho fatto un ottantina. Li ho messi ad asciugare nel cesto di asfodelo, fatto a Flussio, piccolo paesino del Marghine Planargia, adiacente a Tinnura, vi ricordate le foto dei murales?
Per chi volesse provarli:

Ingredienti per pasta all'uovo
300 gr di farina
3 uova
due cucchiai di olio evo
sale e acqua quanto basta.

Dopo aver impastato velocemente gli ingredienti con il Bimby, pochi minuti a velocita` spiga, ho lavorato la pasta con le mani per renderla elastica. Mia mamma consiglia meno uova per una migliore elasticita`.

Il ripieno
400 gr di ricotta (la mia era vacina) e aggiungo circa, perche` con la scusa di assaggiare me ne sono mangiata un bel po`!
circa la stessa quantita` di spinaci lessati e ben scolati
due cucchiai di pecorino gratuggiato
una bustina di zafferano
una punta di sale
un uovo.

Ho steso la pasta aiutandomi con la macchinetta Imperia e per farli venire tutti uguali ho usato il raviolatore. Il taglio e` della rodiglia di ottone, ancora artigianato sardo, questa volta di Macomer.

6 commenti:

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Che belle le domenica passate a casa ad impastare. E ora, con questo freddo, ci si sta ancora meglio a casa.
Un abbraccio
Alex

koala ha detto...

Anche per me i ricordi son gli stessi eccetto che mia madre e mia zia non facevano a gara a chi ne faceva di piu'.
Ora io li faccio con la piccola, quando ne ho voglia, perche' e' un lavoraccio senza il bimby. Ma lo trovo negli USA?
Bacini

Ilaria ha detto...

Ciao Giuliana,
certo che trovi il Bimby in america, io me lo sono fatta spedire dalla Florida. Se vuoi ti posso dare il contatto...io ce l'ho ormai da tre anni. E` arrivato super imballato con una garazia di due anni!
Un abbraccio,
Ilaria

alga ha detto...

Accidenti che brava!
ma cosa sarebbe l'olio evo?
forse un olio d'altro evo?
o e' una cosa sarda?

Ilaria ha detto...

Ciao Alga..benvenuta nel mio blog, la parola evo sta per extra vergine d'oliva... e` solo un abbreviazionie!
A presto.

@nn@ ha detto...

Ilaria ...che belli i tuoi ravioli! ...ma lo smerlo l'hai ottenuto con "sa serretta"?