Pagine

domenica 27 gennaio 2008

Le mie pardule


Dopo una lunga chiaccherata al telefono con la mamma e un giretto sul web ho deciso di mettermi al lavoro e vedere un po` cosa riuscivo a fare.
Tutto nasce dal fatto che ogni volta che vado al supermercato, quello buono, colta da un attacco di sardite acuta (sardite: malinconia del sapore di Sardegna), ritorno a casa sempre con un bel 1/2 kg di ricotta! Bhe direte voi, che c'e` di strano? Alla fine questa povera ricotta rimane li e aspetta pazientemente di essere mangiata. I giorni passano e mi sfuggono sempre le occasioni per presentarla a AUB (che non e`un gran mangiatore di ricotta) nel migliore dei modi. Un paio di settimane fa ho provato la crostata di ricotta e cioccolato e oggi le pardule.
La ricetta e` arrangiata a modo mio, ho fatto un po` ad occhio (dipende molto dalla consistenza della vostra ricotta):
Per la pasta:
300 gr di farina;
un cucchiaio abbondante d'olio extra vergine d'oliva (se vedete in vendita del vero strutto qua in Massachusetts fatemelo sapere!);
acqua quanto basta fino a fare diventare la pasta bella elastica ma che non si appicichi.
Io ho impastato con il bimby circa 30 sec a velocita` 1 e tre minuti a velocita` spiga. Ho fatto poi riposare la pasta per 15 min prima di stenderla con la macchineta imperia; la sfoglia non deve essere troppo sottile altrimenti le pardule si afflosciano in cottura.
Durante i 15 min ho preparato il ripieno:
500gr di ricotta;
150 gr di farina;
150 gr di zucchero;
2 tuorli;
1 uovo;
due limoni gratuggiati;
una bustina di vanillina;
una bustina di lievito bertolini;
Ho mescolato il tutto con un cucchiaio.
Ho poi prepato dei dischi di circa 10 cm di diametro e su ognuno ho sitemato un cucchiaino di impasto. Pizzicato gli estremi della pasta e infornato a 180 gradi per circa 25 min.
Ci vorrebbe una bella spolverata di zucchero a velo sopra ma vi assicuro sono buone anche cosi!

8 commenti:

comidademama ha detto...

queste pardulas sono bellissime, complimenti!
io non sono sarda, sono piemontese, ma ho dei lontani parenti che vivevano a Nuoro. Le poche volte (solo due, più una per lavoro, ma non conta) che ho visitato la Sardegna mi sono innamorata dell'ambiente, delle persone, sempre cordiali. E del cibo, sicuramente il cibo era ottimo.
Un saluto

comidademama

koala ha detto...

Ma come fai a trovare il lievito Bertolini? Io ho problemi anche a trovare una buona ricotta....Le ho fatte una volta ma erano dure come pietre e tutte mosce!!!
Bacibaci dalla neve

Ilaria ha detto...

Comidademama,
grazie per i complimenti, le mie pardule erano un po` lontane dai sapori del nuorese, ma buone comunque! Sono passata a trovarti.. hai proprio una bella pagina web, molto interessante. Ti ho aggiunto ai miei favoriti! Chissa` magari prima o poi ci si incontra in citta`. Visto che siamo vicinissime.

Koala: il lievito me lo manda la mia mamma per posta ogni tanto, e` cosi leggero, zafferano lievito e vanillina (naturalmente sempre tutto sotto vuoto)... ma certe volte d'inverno ricevo anche pezzi sottovuoto di grana!
Comunque qui a Boston siamo fortunati, molti negozi che portano prodotti italiani.. certo devi stare attenta alla scadenza che non sia contrafatta... o anche trovato i maloreddus del cagliaritano quelli misti allo zafferano.. erano proprio loro!
La ricotta era quella vaccina, rigorosamente organica, comprata da WholeFood.
Un abbraccio a tutte e due!

Roby67 ha detto...

Ciao, sono contento di rivisitare il tuo sito "cugina". Non so' se il termine giusto per questi dolci sia proprio Pardulas, forse Casadinas, che possono essere di formaggio o di ricotta. Comunque sempre tanti complimenti perchè se pure ti trovi lontana riesci sempre a trovare gli ingredienti giusti e poi l'aspetto non è per niente male.
Ciao dalla Sardegna a presto!!

comidademama ha detto...

non trovo il tuo indirizzo email, come sei messa la prossima settimana? hai tempo per un caffè?

Aelys ha detto...

Anch'io mi faccio spedire il lievito vanigliato, lo zafferano e a Natale anche il panforte. Ma hai visto che prezzi lo zafferano in US?!? Invece la ricotta me la faccio da sola, ovviamente col Bimby: essendo salernitana non sono abituata a quella vaccina, che mi sembra insapore, quindi a volte uso il latte di capra. E poi la ricotta americana ha così tanti grumi che sembra lo Yocca! =)

campo di fragole ha detto...

Ma che belle che sono! Voglio provarle a farle per Pasqua. Le portero' in Inghilterra e di sicuro faro' un figurone con queste cosine qui! Besos

Silvia ha detto...

Ciao! Ho trovato il tuo sito tramite quello di Comidademama. Questa ricetta di pardule è molto interessante, soprattutto perchè io non amo lo strutto, quindi la proverò sicuramente!!
Un saluto dalla Sardegna! :)