Pagine

lunedì 26 maggio 2008

Culurgiones


Questo e` stato proprio un fine settimana d' inizio estate!! Il sole caldo, il cielo azzurro, tempo ideale per passare una bella giornata al mare, ma...
Sigh, sigh.. niente mare per noi oggi, il mio ragazzo si e` preso un bruttissimo raffreddore con pachetto incluso di mal di gola e febbriciatola, percio` da giornata ideale per una gita al mare e` diventata la giornata ideale per una gita in cucina con Bimby e rodiglia.
La maggior parte delle volte che decido di giocare alla cuoca la prima cosa che faccio e` guardare cosa offre il frigorifero e adattare le mie voglie di conseguenza.
Non per ripetermi, ma avendo fatto una grossa scorta di formaggio fresco di pecora e di capra per lo scambio gastronomico con Elena, sono ricaduta ancora una volta su una ricetta puramente ogliastrina.
Io non ho origini ogliastrine, i miei nonni materni erano di Cagliari, mentre i paterni, nonna era di Macomer e nonno di Bitti. Considerate le somiglianze fisiologiche con la famiglia del nonno paterno dovrei (se esiste una eredita` genetica gastronomica) dedicarmi maggiormente alla sperimentazione dei piatti tipici del bittese, prometto di farlo in seguito.

Ora ritorniamo ai Culurgiornes:

Ingredienti per la pasta:
250 gr di semola
250 gr di farina 00
tre cucchiai di olio evo

un cucchiaino di sale fine
acqua tiepida quanto basta.

Ingredienti per il ripieno:
4 patate gold medie bollite (in acqua salata)
60 gr di formaggio fresco caprino
60 gr di formaggio di pecora fresco in salamoia

5 cucchiai abbondanti di pecorino gratuggiato
menta fresca (se secca almeno tre cucchiaini)
2 spicchi di aglio
4 cucchiai di olio evo caldo.


Procedimento Bimby per la pasta:
Inserire farina, semola e sale nel boccale, mischiare a velocita` 1 per 30 secondi.
Aggiungere olio e l'acqua dal foro del boccale, impastando a velocita` spiga. Le quantita` d'acqua saranno relative al tipo di semola e farina utilizzata. Aggiungere percio` l'acqua lentamente fino a quando la pasta non formi una massa compatta ed elastica staccandosi perfettamente dal boccale. Far riposare la pasta per circa 30 minuti prima di usarla.

Per il ripieno, ho schiacciato le patate e mischiato tutti gli ingredienti a mano. Ho lasciato riposare il ripieno per un oretta prima di utilizzarlo.

Ho poi steso la pasta con la macchinetta Imperia; per la preparazione dei culurgiones vi rimando qui, dove Anna della Settimana gastronomica ha fatto un bellissimo lavoro, io ho imparato proprio guardando le sue foto.


I primi non mi vengono mai benissimo, ma chissa` con l'esperienza ;P



This weekend was a clear sign that the summer is coming. The sun was warm, the sky was blue, the weather was just right to spend all day on the beach, but….
Sigh, sigh…no beach for us, my boyfriend caught a very bad cold, with fever and sore through. In this case the best way to spend the day on the beach become the best way to spend the day in the kitchen, exploring the “thousands” cooking possibility.
Yes, sometimes my cooking can become boring since I’m using the same ingredients from my cooking-exchange with Elena, but I need to finish the big stock of goat and sheep cheese in my refrigerator.
This recipe is from Sardinia, and just to clear even better to everyone, you have to image my island divided in different little regions, where the culture, dialects and cooking can be very different region to region.Since my grandparents are coming from Planargia, Barbagia and Campidano I should be more confident to speak about the cooking from these Sardinia’s areas, and I promise that in the future I will try to do so. Today I will dedicate my attention to a recipe coming from Ogliastra: the “culurgiones”.

Dough ingredients:
8 oz semolina
8 oz flour all purpose
1 ts salt
3 tbs ex olive oil
warm water as you need

Filling ingredients:
4 medium gold potato
4 tbs fresh goat cheese
4 tbs fresh sheep cheese
4 tbs ground pecorino cheese
fresh meant
2 cloves chopped garlic
4 tbs hot ex olive oil

Using a dough machine add all the ingredients and start to mix. Add slowly warm water until have a elastic and no sticky dough. Leave the pasta cover with a plastic foil for at least 30 minutes.

Boil the potato in salt water, mashed them and add the three kind of cheese, fresh mint, garlic and the hot olive oil. Mix with a fork, taste and add salt if needed. Leave the filling to rest 1 our before use.

To better understand how put together the dough and the filling visit this website, where Anna from La settimana Gastronomica blog did a very good job.

The first culurgiones will not be perfect, but with the experience they will be beautiful :-P
Boil them in salt water until tender, add ragu` sauce or butter with fresh sage.

30 commenti:

Alex e Mari ha detto...

Ti scopro passando per il blog di Comida, complimenti! Mi è piaciuto molto il vostro pomeriggio a 6 mani in cucina. I culurgiones credo che rimarranno per me un mito! Ma vorrei proprio provare ad applicarmi. Che dici, ci si può riuscire? Ciao, Alex

storm ha detto...

Uffa!!
oggi non riesco a scriverti!
é già tre volte che ci provo.
Come stai?
Sei formidabile!
Ti sei cimentata nei culurgiones ..che buoni... come sono venuti?Ho letto gli auguri per GIORGIA MI Sà CHE NON LI HA VISTI.
Riferirò.
Nel frattempo vorrei consolarti anche qui niente mare scirocco fortissimo da tre giorni.. una schifezza.
Baci da Cagliari.

Ilaria ha detto...

Benvenuta Alex, mi fa piacere che sia passata di qui. Il pomeriggo a 6 mani e` stato favoloso e spero tanto di ripeterlo presto! I culurgiones invece sembrano complicatissimi, ma alla fine sono facili e ci provi anche gusto nel chiuderli..falli te lo consiglio..poi li in Germania di sicuro trovi anche dei buonissimi formaggi. Ero gia` passata sul blog tuo e di Mari, l'avevo trovata una idea favolosa. Le foto sono bellissime. Ora vi linko cosi passo` piu` spesso a trovarvi!
A presto..

Ilaria ha detto...

Ciao Storm...ehehheh io avevo confuso le tempeste.. Non avevo capito che questa volta era quella grande! Io non ho la tua mail, mandamela via mail, la piccola tempesta ha il mio indirizzo mail!
Peccato per lo scirocco, ma siamo solo a Maggio! I culurgiones sono venuti buoni, buoni, sono facili da fare, una volta che ne chiudi un paio storti gli altri vengono bene..eheheheh
Un bacio cugi e a presto

Aiuolik ha detto...

Per essere i primi ti sono venuti proprio bene! I miei primi...lasciamo perdere!

Ciaooo,
Aiuolik

Ilaria ha detto...

kno.. no.. non erano i miei primi! Pero` di solito io la treccia la facevo verso l'esterno.. cosi sono molto piu` belli!

mangia adesso ha detto...

ciao passavo di qui e mi sono fermata per lasciarti un commento
peccato per il raffreddore del tuo boy
in compenso ti dirò che a Trapani (sicilia) c'è un caldo ma anche un vento così forte che non ti fa venire voglia di mettere il naso fuori

baci a presto

comidademama ha detto...

Sono bellissimi e l'intreccio è opera d'arte, bravissima.

posso chiederti se mi insegni?
Le tue foto sono molto,molto belle!!!

Buon ricovero per massi. Marco è partito stamane alle 4 am per Philadelphia e arriva in serata, mi sa che si beccherà pure lui un malanno :/

comidademama

comidademama ha detto...

guarda che foto bellissima che ho trovato cercqando su flickr i culurgiones!!!

http://www.flickr.com/photos/maskaphoto/2365999569/in/photostream/
Su pane pintau di Meanasardo !!!!!!!!

campo di fragole ha detto...

Wow Ilaria che opera d'arte. Sembrano difficilissimi da fare! Mi piacerebbe molto cimentarmi nella preparazione. La semola che usi com'e' di grana fine tipo farina o piu' come il pangrattato? Io qui trovo solo quella per fare le pappine, e' tipo pangrattato... Che dici si puo' usare?
Grazie per la tua visita :)
Un abbraccio grande,
Daniela

Ilaria ha detto...

Ciao Elena...ma Marco non si ferma mai!!! Massi si sta riprendendo pianino. Certo che ti insegno i Culorgiones, le foto di Anna sono chiare, si tratta solo di prenderci la mano. Le foto su Flickr..uau... quelli si che sono belli... si vede che sono manine super esperte quelle!
Organizziamo un altro scambio...dai?!!

Ilaria ha detto...

Cara Daniela..sono contenta che ti piacciano! Allora la semola che uso qua e` un po` piu` grossa della farina 00 e leggermente piu` fina del pangrattato..entra a guardare la foto che suggerisce comida http://www.flickr.com/photos/maskaphoto/2365992201/in/photostream/
si vedono i granelli sulla tavola cosi lo puoi capire meglio.
Un abbraccio e a presto.

comidademama ha detto...

ilaria la mia amica megan mi sta portando or ora la macchian per tirare la pasta!!!!!!!!! così rifaccio i sa coccoi prena e mi preparo per i culurgiones

Cannelle ha detto...

Ma sono bellissimi! Brava!
Ciao Ilaria, passerò spesso.

Mammazan ha detto...

Ho fatto bene a premiarti.
Fra un pò passa da me
Sto ancora pasticciando col pc
Baci
Grazia

Mammazan ha detto...

Help
Carissima
è la terza volta che non riesco a postare un communto nel blog di comidademama.
Volevo avvisarla che c'è un premio per lei.
Lo puoi fare tu per favore?
Grazie mille
Grazia

astrofiammante ha detto...

sono meravigliose queste sculturine..
.....e con quel ripieno sicuramente
anche golose....con cosa li condisci?
chissà se ci proverò....non mi sembra
easy easy, ciaoooo!!!!

Gunther K.Fuchs ha detto...

compliemnti sono bellissimi

astrofiammante ha detto...

sono di nuovo qui per invitarti a venire da me.....e prenderti qualchecosa, ciaooo!!

babi ha detto...

ciao Ilaria! ho trovato il tuo blog per caso e ti voglio fare tanti complimenti perchè mi piace moltissimo! anche io sono sarda e leggendoti mi sento proprio a casa! ti metterò tra i miei contatti, a presto

Libri Sardi ha detto...

Ciao Ilaria, intanto ti ringrazio quì per il commento che hai lasciato nel blog (che pian pianino sta crescendo) e devo dire che son rimasta "affascinata" da quei culirgiones così ben fatti.. Ogni tanto ci provo a far quella pieghettatura (vera arte!) in quel modo.. ma desisto quasi subito! Complimenti, ti son venuti molto molto bene.

Ilaria ha detto...

Astrofiammante, Gunther, Baby e Libri sardi, grazie per essere passati di qui.

@nn@ ha detto...

Ilariaaaaaaaaaaa... davvero hai imparato a "cucire" i culurgiones dal mio post su cook? ...sono commossa!:*

Ilaria ha detto...

Si, si Anna, la tua spiegazione era perfetta, si vedevano le dita passo passo. Belle foto! Grazie!

gioella ha detto...

ciao ilaria, grazie per aver visitato il mio blog e cosi avermi fatto conoscere il tuo, mi piace davvero molto e questi "Culurgiones" sono davvero invitanti, complimenti!!
a presto ciao da gioella :)

Danda ha detto...

Ilaria!!! Anch'io ho i nonni bittesi! Adesso si scopre che siamo pure lontane parenti :-)

Samu ha detto...

complimenti! sono un omaggio alla Sardegna nel mondo!

Imma ha detto...

Splendidi questi culurgiones. Avresti per caso una foto che spiega meglio com fare la chiusura?
Grazie Ilaria! Baci

Ilaria ha detto...

@Gioiella benvenuta!
@Danda, mi piace moltissimo il tuo blog, magari un giorno parliamo del nostro albero genealogico bittese!Io ho ancora zie e cugine che vivono a Bitti.
@Samu..benvenuto anche a te!
@Imma, per le foto entra su cookaround Anna ha messo le foto passo passo.. Spero di incontrarmi con Comida presto per farli insieme, lei e` bravissima con le foto.
A presto

luxus ha detto...

caspita, sono molto belli! la ricetta me l'ha data un'amica di escalaplano, quella della sua famiglia. vedo che tu non metti l'uovo nell'impasto, e sostituisci lo strutto con l'olio... proverò anche la tua versione. ciao!